Nell’ambito dell’offerta formativa del C.P.I.A. 1 è stato proposto e

approvato  un progetto extracurriculare rivolto ai ristretti della sede carceraria di

Caltagirone Frequentanti i percorsi di 1° livello- 1° periodo didattico denominato

Abbracci. Nella specificità del progetto l’obiettivo prefisso è quello di sviluppare la

dimensione  dell’affettività  educandoli allo stesso tempo ad esprimere positivamente

emozioni  e sentimenti, favorire scambi di idee e confronti esercitando la fantasia e la

creatività allo scopo di favorire percorsi di aggregazione e integrazione.

L’evento, la cui direzione artistica è Laura Galvagno e Vincenzo Randazzo e

Che ha come responsabili le Prof. Lanza Pinella e Montaudo Maria del C.P.I.A.

Catania 1, si svolgerà (si è svolto) la mattina del 19 Marzo 2018 presso la casa circondariale di

Caltagirone. Non a caso è stata scelta la festa del papà per realizzare questo

Progetto, con l’intento di regalare ai detenuti e ai loro figli un momento di gioia e

Condivisioni di senti menti ed emozioni. Il progetto risponde all’obbiettivo di

Ampliare gli spazi di incontro e relazione tra padri detenuti e figli, nell’ambito degli

interventi previsti di educazione alla genitorialità responsabile.

Lo spettacolo che andrà in scena vede la collaborazione tra il C.P.I.A 1 nella

Persona della Dirigente Poff.ssa Antonietta Panariello in rete con il Ministero della Giustizia,

L’associazione la casa delle muse il liceo artistico per il design della ceramica di

Caltagirone, l’istituto Professionale Statale Servizi Alberghieri e ristorazione

Caltagirone, l’Istituto Professionale Statale servizi agricoltura e rurali di Caltagirone e

la cooperativa Futura.